fbpx

< TUTTI I CORSI

TAIJI QUAN

TAIJI QUAN

Taiji Quan (talvolta trascritto come Tai Chi Chuan) può essere tradotto come la più elevata fra le arti marziali. Gli obiettivi del Taiji Quan includono l’armonia della mente, il miglioramento dello stato di salute e l’ottenimento del ringiovanimento e della longevità.

Attraverso una pratica costante di quest’arte si può iniziare a comprendere più interiormente alcuni dei profondi concetti della filosofia cinese, concetti altrimenti incomprensibili a parole. Innanzitutto il termine Taiji Quan può essere tradotto come arte marziale del Taiji o principio supremo il cui simbolo detto Tao è un cerchio suddiviso in una parte bianca, detta Yang, ed una nera, detta Yin. Il concetto chiave del Taiji Quan è una sorta di principio cosmologico che la civiltà cinese pone all’origine di tutte le manifestazioni dell’Universo, già nel VI secolo a.C: Yin è il principio femminile, Yang quello maschile e questi sono elementi complementari di un insieme che è appunto il Taiji. La loro alternanza, come armonia degli opposti, si ritrova in ogni aspetto del Taiji Quan.

Il Taiji Quan insegna al corpo a muoversi all’unisono come una sfera senza mai perdere il proprio centro. Se ci si muove in maniera fluida e senza blocchi non si perde l’equilibrio e il corpo diviene forte, allo stesso modo la mente deve restare aperta e disponibile ed essere in grado di percepire il cambiamento e quindi assecondarlo, tutto questo è compreso nel termine Taiji Quan.

Con la pratica costante del Taiji Quan avvengono mutamenti inevitabili, a livello mentale (concentrazione, sicurezza e consapevolezza) e a livello fisico (elasticità, forza, coordinazione e miglioramento della postura).

Durante le classi verrà praticata la cosiddetta Forma 24 Yang. Lo stile Yang è quello più diffuso al mondo per via delle caratteristiche dei movimenti lenti, è adatto a tutti e si può cominciare a tutte le età, ed è nato da un’evoluzione dello stile Chen. Viene praticato anche come meditazione in movimento, e le caratteristiche principali sono: grande stabilità nelle posizioni, continuità nei movimenti come onde del mare, morbidezza delle tecniche e passaggi uniformi come il volo maestoso di una Gru.
Imparare la forma 24 vuol dire mettere delle solide basi per accedere ad ogni tipo di arte marziale e la fluidità e rotondità dei movimenti aiutano la mente ad aprisi alla consapevolezza.

Sin dalle prime settimane di pratica, il praticante nota dei cambiamenti sulla stabilità delle gambe e la coordinazione degli arti nei piccoli gesti quotidiani, fino a raggiungere un totale cambiamento nella postura e nella respirazione. Si rinforzano i legamenti, i tendini e muscoli e si acquisisce tecnica, sicurezza ed eleganza nei movimenti.
Il Taiji Quan è un’arte marziale, quindi i movimenti fatti in velocità e con l’energia adeguata al colpo posso diventare offensivi nei confronti di un aggressore e talvolta risolutivi qualora ve ne fosse la necessità.

Hai bisogno di più informazioni?

Insegnanti